Chalk Hornets 3

Dopo la sfuriata di Howard contro i Nets, vista l’assenza del centro, Walker, nel back to back casalingo contro Memphis si è preso quasi tutta la scena infilando ben 10 triple (record per un singolo giocatore degli Hornets in un’unica partita) per 46 punti totali (10/10 ai liberi).

Gli Hornets si stanno prendendo qualche soddisfazione (come il +61 inflitto ai poveri Grizzlies, che consiste nel più ampio margine mai raggiunto da Charlotte contro un avversario) dopo una stagione deludente.

Nella lavagnetta di oggi (sempre in collaborazione con Matteo V.), andiamo ad analizzare la nona:

 

 

Charlotte tornerà in campo per gara 74 dopodomani notte (25/03/2018 alle 01:30 ora italiana).

Questo articolo è stato pubblicato in Chalk Hornets da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.