Playoffs 2016

Nel caso in cui qualcuno se lo fosse perso…

Gli (sarebbe ridicolmente “i”, ma dato che suona malissimo, io continuerò a scrivere gli) Charlotte Hornets si qualificano per i playoffs 2016 anticipatamente, grazie alla sconfitta di Chicago nella notte che è caduta preoccupantemente in uno scontro diretto casalingo. Detroit si è imposta 94-90 sul parquet della Wind City.

10330501_10154070070063430_7525567856973605659_n

Qualificazione direi prodigiosa viste le difficoltà avute quest’anno in termini d’infortuni (su tutti quello di MKG avuto a disposizione per sole 7 gare) arrivata a sette partite dalla fine della regular season mentre occupiamo la terza piazza a Est (complice la sconfitta di Miami a Portland nella notte) nell’attesa di scendere in campo la notte a Clevaland.

 

dddddssss

 

Congratulazioni a tutta la squadra, ai preparatori e anche a Cho e Clifford, che dopo il fallimento della scorsa stagione, hanno messo in piedi una squadra capace di raggiunger l’obiettivo prefissato nonostante gli ostacoli.

Dato che l’appetito vien mangiando, vedremo se i nostri Calabroni saranno affamati nei playoffs…

 

 

Questo articolo è stato pubblicato in News da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.