Anche Thomas Welsh “firma” con Charlotte.

Piccola assonanza con il mitico Dan Peterson quando esclamava: “Well”…

Gli Hornets “arricchiscono” ancora numericamente (prima della scrematura finale) il roster con l’ex meteora dei Nuggets, Thomas (Clark) Welsh (nato il 3 febbraio 1996), centro bianco di ben 213 cm che non cambierà ovviamente rotta della squadra anche dovese far parte dei 15.

Welsh ai tempi di UCLA. Per lui arrivò la scelta n° 58 dai Nuggets (poi convertito in two-way) con i quali però ha collezionato 11 spezzoni di partita senza mai partire nello starting five sebbene si sia costruito anche un discreto tiro da fuori.

Tra le curiosità, fu medaglia d’oro in Grecia nel 2015 con la nazionale statunitense under 19 pure non avedo un ruolo di primo piano (2,7 punti, 3,3 rimbalzi in 8,9 minuti di impiego come media).

Andrà affinando le proprie doti di tiratore perimetrale grazie al contatto (workout) con i Thunder.

Dalla pagina ufficiale degli Hornets:

https://www.nba.com/hornets/press-releases/charlotte-hornets-sign-free-agent-thomas-welsh

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.