And the Winner Is…

I vincitori della lottery 2020 sono i Minnesota Timberwolves che potevano contare su un angelo o meglio, un D’Angelo Russell collegato come cherubino portafortuna.

Secondi i Golden State Warriors con Steph Curry, altro giocatore mentre sul podio siamo finiti noi degli Hornets, oserei dire piuttosto a sorpresa visti gli amati risultati degli anni precedenti.

Graham, altro giocatore, ci aveva preso gusto nel video.

Ci siamo fermati alla terza risalendo ben cinque posizioni virtuali, non tutte occupabili.

Ora non rimarrà che cercare di non sprecar la scelta il 16 ottobre.

Qui sotto, l’ordine di partenza con la lista completa:

2020 NBA Draft Lottery Results

1. Minnesota
2. Golden State
3. Charlotte
4. Chicago
5. Cleveland
6. Atlanta
7. Detroit
8. New York
9. Washington
10. Phoenix
11. San Antonio
12. Sacramento
13. New Orleans
14. Boston (from Memphis)

Below is the order for the remainder of the first round and the complete second round for NBA Draft 2020 presented by State Farm:
 
15.       Orlando
16.       Portland
17.       Minnesota (from Brooklyn via Atlanta)
18.       Dallas
19.       Brooklyn (from Philadelphia via LA Clippers)
20.       Miami
21.       Philadelphia (from Oklahoma City via Orlando and Philadelphia)
22.       Denver (from Houston)
23.       Utah
24.       Milwaukee (from Indiana)
25.       Oklahoma City (from Denver)
26.       Boston
27.       New York (from LA Clippers)
28.       Los Angeles Lakers
29.       Toronto
30.       Boston (from Milwaukee via Phoenix)

2020 Second Round Draft Choice Order

31.       Dallas (from Golden State)
32.       Charlotte (from Cleveland via LA Clippers and Orlando)
33.       Minnesota
34.       Philadelphia (from Atlanta)
35.       Sacramento (from Detroit via Phoenix)
36.       Philadelphia (from New York)
37.       Washington (from Chicago)
38.       New York (from Charlotte)
39.       New Orleans (from Washington via Milwaukee)
40.       Memphis (from Phoenix)
41.       San Antonio
42.       New Orleans
43.       Sacramento
44.       Chicago (from Memphis)
45.       Orlando
46.       Portland
47.       Boston (from Brooklyn via Charlotte, Orlando and Philadelphia)
48.       Golden State (from Dallas via Philadelphia)
49.       Philadelphia
50.       Atlanta (from Miami via Sacramento, Cleveland and Boston)
51.       Golden State (from Utah via Dallas, Detroit and Cleveland)
52.       Sacramento (from Houston)
53.       Oklahoma City
54.       Indiana
55.       Brooklyn (from Denver)
56.       Charlotte (from Boston)
57.       LA Clippers
58.       Philadelphia (from Los Angeles Lakers via Orlando)
59.       Toronto
60.       New Orleans (from Milwaukee)

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.