Caleb Martin nì, Ahmed Hill no

Charlotte ha deciso di tagliare Ahmed Hill che occupava uno dei due spot per i two-way contract, al suo posto subentra Caleb Martin che ha discretamente impressionato in preseason per doti atletiche (esplosività), caparbietà e iniziativa.

Il roster scende quindi attualmente al classico 15+2 (i due two-way contract) con Simmons e McDaniels all’interno dei 15 nonostante il rischio taglio.

Lo trovate nella sottopagina volendo il roster attuale, compreso il probabile starting five dopo lo scrimmage avvenuto nella giornata di ieri dove i teal (i titolari) hanno vinto sui Purple (le riserve) 60-55 staccandosi nel finale, oltre agli articoli originali in inglese sul sito ufficiale che riportano l’avvicendamento tra Hill e Caleb Martin.

Monk punta Simmons, riserva dei Teal…

https://www.nba.com/hornets/press-releases/charlotte-hornets-waive-ahmed-hill?fbclid=IwAR0XnA8OYY6t9tX1lk7mmHIZBiUK44s-giHFQdIg4_8IJ36GqYiYeQP4YTE

https://www.nba.com/hornets/press-releases/charlotte-hornets-convert-caleb-martin-two-way-contract?fbclid=IwAR1o8Et45Wrs6AUC82dzeixwZm-KpmwNo-ewIzZE96BsF2yucSgawN7XJ7k

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.