City Edition Uniform 2019/20

Aveva iniziato a circolare ieri per un post su un noto social a causa di un media rilasciato da Miles Bridges.

Non ha tardato molto a rivelarsi ufficialmente l’uniforme grigia degli Charlotte Hornets.

Data come cool gray, gradazione di colore che in pantoni differenti è più scura, comunque sia, la quinta versione stagionale degli Hornets si presenta come una divisa dai toni freddi, glaciali, arricchita da particolari fini nella parte superiore.

La canotta presenta uno scollo a V bicromatico a contrasto così come le maniche, le bande laterali con esagoni perfettamente distanziati a ricordare un alveare o la Biblioteca di Borges (forse ne parleremo in un’altra intro) sono perfette per dare un tono alla canotta, arricchendola.

La scritta CHA in purple a caratteri cubitali copre buona parte del petto e su questo una buona parte dei fan non è d’accordo.

Non per le dimensioni o il font del carattere ma perché avrebbero preferito la contrazione in CLT, considerato più locale, al posto del più forestiero ma codificato in NBA, CHA.

La patch Lendingtree questa volta stona un po’ sovrapponendosi a un colore così chiaro e il colore bianco del numero, dopo non essermi piaciuto molto a prima vista lo sto rivalutando perché le da un tocco delicato anche se bodato troppo strettamente, mentre il logo, viola nel caso, di MJ come sponsor tecnico, non poteva mancare.

I pantaloncini seguono il disegno laterale delle grosse bande larghe sulla canotta con uno dei simboli Honets sui fianchi sulla parte inferiore mentre in quella superiore gli shorts ricalcano tempi antichi inserendo al centro della cintura l’esagono con la scritta Buzz City al posto di Hugo (nettamente più bello il secondo).

Purtroppo gli si dedica sempre pessima fotografia rispetto alla canotta, più commerciale…

Dopo questa inutile disamina “modaiola” vi mostro le canotte che saranno utilizzate in queste 15 partite:

Dec 6 vs Brooklyn
Dec 13 at Chicago
Dec 22 at Boston
Jan 4 at Dallas
Jan 12 at Phoenix
Jan 15 at Denver
Feb 8 vs Dallas
Feb 10 at Detroit
Feb 25 at Indiana
Mar 1 vs Milwaukee
Mar 15 at Orlando
Mar 19 vs Philadelphia
Mar 26 at Oklahoma City
Apr 11 vs Washington
Apr 15 at Philadelphia

Bella, brutta, nulla di che?

Come diceva Protagora fonamentalmente la verità (la sua visione) è relativa, almeno sui gusti direi io…

Di certo c’è che gli Hornets, di scena a Washington nella notte (01:00 AM), avranno la maglia viola utilizzata nelle W contro Chicago e New York, augurandosi possa arrivare la settima vittoria stagionale.

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.