Com’è andato il Draft NBA

Draft NBA 2020

Ecco le prime 32 pesizioni scelte al Draft NBA 2020:

  1. Anthony Edwards (Minnesota)
  2. James Wiseman (Golden State)
  3. LaMelo Ball (Charlotte)
  4. Patrick Williams (Chicago)
  5. Isaac Okoro (Cleveland)
  6. Onyeka Okongwu (Atlanta)
  7. Killian Hayes (Detroit)
  8. Obi Toppin (New York)
  9. Deni Avdija (Washington)
  10. Jalen Smith (Phoenix)
  11. Devin Vassell (San Antonio)
  12. Tyrese Haliburton (Sacramento)
  13. Kira Lewis Jr (New Orleans)
  14. Aaron Nesmith (Boston)
  15. Cole Anthony (Orlando)
  16. Isaiah Stewart (Detroit)
  17. Aleksej Pokusevski (Minnesota)
  18. Josh Green (Dallas)
  19. Saddiq Bey (Brooklyn)
  20. Precious Achiuwa (Miami)
  21. Tyrese Maxey (Philadelphia)
  22. Zeke Nnaji (Denver)
  23. Leandro Nicolas Bolmaro (Minnesota via New York per la 25 e la 33)
  24. R.J. Hampton (Denver via New Orleans)
  25. Immanuel Quickley (New York)
  26. Payton Pritchard (Boston)
  27. Udoka Azubuike (Utah)
  28. Jaden McDaniels (Minnesota)
  29. Malachi Flynn (Toronto)
  30. Desmond Bane (Memphis via Boston)
  31. Tyrell Terry (Dallas)
  32. Vernon Carey Jr. (Charlotte)

Qui tutte le 60 scelte con gli eventuali scambi effettuati: https://sportando.basketball/tutto-lnba-draft-2020-dalla-scelta-1-alla-60-con-le-trades-ufficiali/

Charlotte oltre al conosciuto LaMelo Ball è andata su due centri, Vernon Carey Jr. da Duke, /centro un po’ leggerino ma talentuoso che dovrà lavorar un po’ e Nick Richards da Kentucky (arrivato da New Orleans per una scelta al secondo giro del Draft 2024), giocatore buono in chiave difensiva, inoltre arriverà anche la combo guard Grant Riller da Charleston, giocatore che ha punti nelle mani.

Interessante notare, a parte il fatto che queste scelte non siano state effettuate “lontanissimo da casa” (LaMelo a parte che giocava in Australia) è che i ruoli bene o male sono stati quelli ricoperti lo scorso anno da Dwayne Bacon (poteva switchare anche da ala eventualmente), Willy Hernangomez e “Biz” Biyombo, i quali penso che a questo punto non verranno ribnnovati anche se l’impatto e l’impiego dei nuovi dopo il primo giro, potrebbe essere sicuramente inferiore ai giocatori menzionati essendo già rodati.

Se LaMelo dovesse essere confermato (Jordan ha un pallino per Westbrook), con un tesoretto maggiore rispetto agli altri team mi aspetto che Charlotte provi a prendere un lungo concreto e solido per migliorarsi visto che al momento un quintetto plausibile potrebbe essere: Graham, L. Ball, Bridges, P.J. Washington e Cody Zeller con Rozier probabile sesto uomo dall’alto minutaggio, quasi uno spreco di lusso per un team che ha problemi in altri reparti.

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.