Matchup key 39: Charlotte Hornets Vs Detroit Pistons

A cura di Filippo Barresi.

LaMelo Ball Vs Cade Cunningham

Lo scontro di questa notte vedrà opporsi due delle future stelle della lega.

Cunningham è stata la prima scelta assoluta nello scorso Draft e su di lui ci sono grandi aspettative che fino a questo punto sono state solo parzialmente soddisfatte: dopo un inizio difficile si iniziano a intravedere i primi lampi di talento puro.

Dall’altra parte ci sarà il nostro Ball che, dopo due pessime uscite consecutive in termini di atteggiamento e incisività, dovrà risollevarsi e aiutare gli Hornets nell’interrompere subito una striscia di sconfitte che potrebbe diventare preoccupante.

Possibili svantaggi:

La NBA è una lega molto condizionata dallo stato di forma e i Pistons sembrano essere in un buon momento con due delle sette vittorie stagionali arrivate nell’ultima settimana.

Gli Hornets dal canto loro ci stanno abituando a un saliscendi in questo senso veramente asfissiante e le due sconfitte registrate contro i Suns e i Wizards potrebbero pesare nello stato di forma fisico e mentale della squadra.

Possibili vantaggi:

I Pistons hanno problemi offensivi risultando – dati alla mano – il peggior attacco della lega, un po’ per la costruzione di squadra abbastanza dubbia e un po’ per gli interpreti molto acerbi non ancora molto adattati alla gestione di un sistema offensivo incisivo.

Questo potrebbe aiutare gli Hornets e le loro difficoltà persistenti in difesa, un compito più facile potrebbe garantire fiducia e possibilità di correre in transizione per soffocare gli avversari.

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.