Matchup key 63: Charlotte Hornets @ Milwaukee Bucks

A cura di Filippo Barresi.

P.J. Washington Vs Giannis Antetokounmpo

Nei recenti incontri tra le due squadre la sfida è sempre stata decisa dalla capacità di contenimento della stella greca dei Bucks.

Spesso, per conquistare la vittoria è servita una prestazione difensiva di livello da parte di P.J. Washington che si è dimostrato in grado di tenere Giannis nelle differenti situazioni di gioco nelle quali spesso è incontenibile.

Il compito non sarà facile e richiederà uno sforzo corale anche dagli altri lunghi Bridges e Plumlee.

Possibili svantaggi:

Oltre alla caratura dell’avversario, le difficoltà di questa notte saranno fortemente collegate alla stanchezza fisica e mentale degli Hornets.

Charlotte è stata sconfitta la scorsa notte ai tempi supplementari dai Pistons e subentrerà nel corso della sfida una difficoltà nel tenere il ritmo ad un livello adeguato.

Possibili vantaggi:

Nelle ultime cinque uscite i Bucks hanno ottenuto una sola vittoria e sono, in questo lasso di tempo, una delle difese più inefficienti della lega.

Gli Hornets dovranno cercare di cavalcare il momento, sfruttando l’incertezza nella riorganizzazione difensiva del sistema avversario che sta cercando di riassestarsi dopo gli scambi fatti a fine mercato.

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.