Matchup key 79: Charlotte Hornets @ Miami Heat

A cura di Filippo Barresi.

Mason Plumlee Vs Bam Adebayo

Gli Heat arrivano a questa gara con molte assenze e qualche riposo in vista dell’inizio dei playoff.

Chi sarà della partita è Bam Adebayo che con la sua spiccata attitudine difensiva è sempre più al centro di un sistema difensivo di alto livello.

Plumlee dovrà cercare di lavorare al meglio per evitare che Adebayo abbia la libertà di guidare la difesa degli Heat.

Una partita aggressiva dal nostro centro titolare potrebbe modificare le aspettative e il piano partita preparato da coach Spolestra.

Possibili svantaggi:

Come abbiamo già notato, il sistema difensivo organizzato da Miami è tra i più efficienti della lega.

Il lavoro di questa squadra parte da un’aggressività spiccata nella difesa sulla palla e continua con una forte presenza in termini numerici nei pressi del pitturato.

Gli Heat sono la squadra che concede la più bassa percentuale da due punti in tutta la lega.

Possibili vantaggi:

Collegandoci a quanto detto in precedenza, gli Hornets dovranno cercare di canalizzare le proprie energie sul tiro dall’arco, spesso lasciato indifeso dagli Heat.

Una buona prestazione in termini di percentuali dalla lunga distanza potrebbe garantire un buon margine agli Hornets per mettere in difficoltà i padroni di casa.

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.