Matchup Key Vs Warriors

Matchup Key

(A cura di Igor F.)

Terry Rozier Vs Kelly Oubre Jr.

Gli Hornets tornano in azione dopo 6 giorni per ospitare Stephen Curry e i suoi Warriors che la scorsa sera sono stati impegnati a Orlando in una partita che li ha visti soccombere rompendo una mini-striscia positiva di due partite.

Con tutta l’attenzione mediatica spostata sui talenti LaMelo Ball e Steph Curry, sarà ipotizzabile che il costruttore di gioco e novello talento locale contro la bocca da fuoco ospite saranno sorvegliati speciali anche dagli avversari sul parquet che proveranno a limitare un po’ il loro talento.

Potrebbe quindi essere importante a livello di punti il cosiddetto secondo violino con due squadre che giocano e lasciano giocare, fin troppo direi.

Possibili svantaggi:

Gli Hornets, oltre a dover gestire Curry (principale minaccia dichiarata) e i tiratori secondari come appunto il pericolo Kelly Oubre Jr., dovranno fare i conti a rimbalzo con Dr. Green e soci che ultimamente hanno dato segni di progresso.

I Warriors sono ottavi a livello di rimbalzi conquistati, P.J. Washington e Zeller dovranno cercare quindi di non soccombere sotto le plance concedendo magari seconde possibilità ai californiani.

Out Graham (anche Caleb Martin), qualche punto che garantiva la nostra PG/SG dovrà esser recuperato attraverso il gioco di squadra.

Possibili vantaggi:

Out Wiseman e il lungodegente Klay Thompson, gli Hornets potrebbero avere un buon vantaggio se riusciranno a muover palla bene eludendo le vecchie volpi dei Guerrieri.

Ball nelle ultime 8 partite ha totalizzato: 20,9 punti, 6,9 rimbalzi e 6,3 assist…

Se il lungo stop dalle partite non avrà raffreddato un sempre più hot Rozier, Charlotte proverà a segnare un punto in più degli avversari ma per aver successo dovrà assicurarsi di partire dalla difesa nel progetto.

Zeller, Biyombo e P.J. Washington dovranno riuscire a essere in una delle migliori serate per non far soffrire i Calabroni.

Head to Head

Le statistiche, piuttosto equilibrate contro i Warriors.

Enemy Vintage

Chi lo ricorderà? Stagione 1980/81 (articolo tratto da Superbasket) con Lloyd Free ai Warriors.
Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.