TotoPaolo 21ª settimana

Il pronostico della 21ª settimana

A cura di Paolo Motta.

Dopo 68 partite gli Hornets non sanno ancora “di che morte morire” e come in un film surrealista prolungano l’agonia dei propri tifosi facendoli penare ancora per una settimana in attesa di responsi definitivi o quasi.

Con un posto al play-in ancora da conquistare, dopo la L con i Pelicans, anche arrivare ottavi, tra indisponibili e calendario, sembra un’impresa quasi impossibile.

La classifica attuale a Est che con l’uscita di scena di Bridges a sorpresa fa rimanere ancora in bilico Charlotte.
Come sarebbero adesso gli accoppiamenti dei play-in e per i playoff nella NBA. Con record così vicini ancora tutto può cambiare a una settimana dalla fine della maratona.
Il calendario restante delle squadre rimaste in lizza per una posizione playoff dalla quarta alla dodicesima con i Raptors appesi a un filo ormai prossimi all’eliminazione. La loro miglior ipotesi è la decima piazza. Chicago, in buono stato di forma, non avrà vita facile mentre i pacers che hanno una partita in più delle altre squadre puntano a portarsi a pari di Washington ma il loro calendario non srà buono. La preoccupazione di Charlotte, Washington avrà due sfide interessantissime in Georgia contro gli Hawks e un’ultima partita, forse spareggio, da giocare in casa contro i Calabroni. Gli Hornets in condizioni drammatiche cercano almeno una vittoria per mantenere l’ottava piazza ma potrebbe non bastare mentre Boston tenterà di dare fondo alle energie per un assalto almeno alla sesta posizione che la trascini fuori dai play-in, complice il calendario ma urge svoltare subito nel rematch contro gli heat che a loro volta, eccezion fatta per l’ultima partita non avranno un calendario semplice se i big team dell’Est schierassero i loro migliori giocatori senza TO. Atlanta da avversaria diventa una possibile partner in crime per tenere a distanza i Maghi mentre per loro stessi, con due partite morbide nel finale, eccoli puntare al titolo divisionale, infine New York, la sorpresa dell’anno a Est che cercherà di mantenere la quarta pizza per il fattore campo. Forse non semplice ma con tre partite in casa e una squadra che ha la forza per farlo niente è escluso benché già a oggi la stagione per il team arancio-blu di Thibodeau sia un successo.

Allora andiamo a leggere quali saranno le ultime quattro partite di Regular Season:

Mercoledì 12 maggio ore 01:00 AM Vs Denver Nuggets (44-24)

Match impegnativo contro la corazzata Nuggets (l’andata in Colorado finì con una sconfitta netta 104-129).

Test impegnativo sotto canestro per P.J. Washington e soci per limitare il talento di Nicola Jokic (26,4 punti, 10,8 rimbalzi e 8,65 assist di media a partita).

Al momento la squadra di coach Malone è in lotta con i Clippers per la conquista della terza piazza a Ovest, quindi non ci saranno né sconti né turnover.

Partita vera, probabilissima sconfitta in arrivo.

Venerdì 14 maggio ore 01:00 AM italiane Vs Los Angeles Clippers (45-23)

Ultima partita casalinga della stagione regolare in programma contro i Velieri della California (all’andata fini 98-125).

Oltre ai soliti K. Leonard (25 ppp) e P. George (23.6 ppp), ci sarà da battagliare anche contro l’ex probabilmente più odiato di tutti i tempi a Charlotte, ossia Nicolas Batum (ogni commento è superfluo).

Anche qui sarà partita vera visto che la squadra di Los Angeles è in lotta per il terzo posto a Ovest. Altra sconfitta in arrivo salvo “miracoli”…

Sabato 15 maggio (orario ancora da definire) @ New York Knicks (38-30)

Terza ed ultima sfida stagionale contro i Knicks (il parziale è momentaneamente in bilico sull’1-1). La squadra della “Grande Mela”, rinata sotto la guida di coach Thibodeau è una squadra giovane, con del buon talento e che è riuscita – impresa non da poco – a rimanere in ottima forma per tutta la stagione regolare.

In campo, in particolare, bisognerà fare attenzione al duo J. Randle (24.1 ppp) – RJ Barret (17.7 ppp).

Partita equilibrata nel caso dovessimo recuperare Graham e qualche altro elemento.

Inutile sottolineare l’importanza di un’eventuale vittoria.

Vittoria Hornets (con la speranza che NY abbia già consolidato la propria posizione in classifica) e magari faccia riposare qualche giocatore chiave non dovendosela giocare alla morte.

Domenica 16 maggio (orario ancora da definire) @ Washington Wizards (32-36)

Ultima partita di stagione regolare contro i Maghi, una delle squadre più in forma di tutta la NBA, formazione esplosa negli ultimi tempo (15 vittorie sulle ultime 19 partite).

Guidati dalla coppia Beal (31.4 ppp) – Westbrook (22 ppp) e con una fase difensiva migliorata grazie all’innesto del nuovo C Gafford, gli stregoni della capitale sono diventati un reale problema per tutti.

Possibile antipasto di gara 3 del torneo Play-in.

Il pendolino, in onore del compianto e simpatico Maurizio Mosca, considerato lo stato di forma delle due squadre, gira in favore dei bianco-rossi.

Il pronostico della settimana: 1-3

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.