Game 13: Charlotte Hornets Vs Boston Celtics 121-118 (OT)

P.J. Washington al tiro.

Cuore dell’articolo da ESPN:

CHARLOTTE, Carolina del Nord —  Boston commette errori fatali e Charlotte ne approfitta vincendo clamorosamente in comeback.

Miles Bridges ha segnato una tripla a :06.6 secondi dalla fine dei tempi supplementari e gli Charlotte Hornets hanno roto una striscia di quattro sconfitte consecutive (sei le casalinghe) vincendo 121-118 sui Boston Celtics.

LaMelo Ball ha chiuso con 36 punti, nove rimbalzi e otto assist, e Gordon Hayward ha aggiunto 20 punti per gli Hornets, i quali hanno reagito e rimontato da un deficit di 18 punti.

Jayson Tatum ha concluso con 45 punti ma ha sbagliato un tiro libero a :05.2 secondi dalla fine che avrebbe pareggiato la partita dopo aver subito un fallo su un tiro da 3 punti.

Aveva realizzato i primi due prima dell’errore fatale.

Gordon Hayward ha effettuato due tiri liberi riportando Charlotte in vantaggio di tre punti con 0,8 rimasti e Bridges ha rubato il passaggio in entrata per suggellare la vittoria.

Mark Williams ha segnato 18 punti e catturato16 rimbalzi per Charlotte.

Peyton Pritchard ha chiuso con 21 punti.

Mentre Tatum ha pareggiato il suo record in carriera con 31 punti nel primo tempo, Pritchard ha aggiunto quattro 3 pt. lanciando i Celtics 54-65 all’intervallo.

Gli Hornets hanno tenuto duro e hanno tagliato il vantaggio ospite sino al -2 all’inizio dell’ultima frazione prima che i Celtics ottenessero una serie inaspettata di tre triple realizzate da Pritchard, Svi Mykhailiuk e Sam Hauser, i quali hanno rispedito i Leprecauni su un buon +11.

Charlotte ha ridotto lo svantaggio nuovamente sul -2 con Williams su un proprio rimbalzo offensivo quando mancavano 22 secondi alla fine dei regolamentari.

Jrue Holiday ha subito un fallo durante il possesso palla successivo ma ha sbagliato entrambi i tiri liberi a :10.3 secondi dalla fine, dando agli Hornets la possibilità di pareggiare o vincere la partita.

LaMelo ha tagliato su una rimessa laterale sorprendendo con una lunga entrata prima di appoggiare – contrastato e in caduta – i due punti del 108 pari con :07.2 secondi rimasti.

Houser ha avuto la possibilità di vincer la partita ma la sua tripla è finita corta.

Mark Williams dunk.

OT

Ball si è esaltato durante i tempi supplementari segnando su un layup mancino alto sul vetro per dare a Charlotte il vantaggio – Tatum ha ribaltato da tre – poi a 46 secondi, però, ancora Ball ha schiacciato un passaggio diagonale sul back-door di Hayward che ha siglato il 116 pari.

Con la partita in pareggio, Ball ha passato corto a Bridges sul lato sinistro per una tripla che è andata a buon fine e sulla rimessa finale Holiday non è riuscito a sorprendere la difesa di Charlotte lanciando lungo dove Miles  ha recuperato facilmente la sfera.

Bridges ha esordito per la prima volta in stagione con gli Hornets alla terza partita da quando era tornato da una sospensione imposta dalla lega per 10 partite, ottenendo la titolarità su un P.J. Washington in difficoltà.

I Celtics hanno fatto riposare Al Horford e Derrick White non ha giocato per motivi personali.

 

Questo articolo è stato pubblicato in Games da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.