Addio al secondo coach della prima “piccola generazione”

Purtroppo si è appreso che qualche giorno fa (il 9 settembre ma la news è stata rilasciata solamente ieri dal sito degli Hornets) sia scomparso il primo viceallenatore degli Hornets Eugene Scape Littles che fu poi promosso al ruolo di coach.

Nato a Washington (D.C) il 29 giugno 1943, rimpiazzò l’original coach Dick Harter.

Allenatori che dovevano fare i conti con una squadra con pochi giocatori di talento (Bogues, Chapman, Tripucka, Curry, Gill e Newmann e poco altro non bastavano) e tanta mediocrità dall’expansion draft.

37-87 il suo difficile bilancio con Charlotte con scorci in due annate (1989-90 e 1990-91) ricordando una W su Boston di misura e un doppio overtime vinto 111-110 contro i Timberwolves.

A fine stagione 1990/91 rassegnerà le dimissioni dal ruolo di coach.

A Denver nella stagione 1994/95 si ritrova coach ad interim per 16 partite nelle quali chiuderà con un bilancio di 3-13.

Sarà la sua ultima esperienza come allenatore in NBA.

Un saluto a un “pezzo storico” di Charlotte mi sembrava doveroso.

Ciao Gene.

Gli Charlotte Hornets – sul loro sito ufficiale- hanno rilasciato la seguente dichiarazione:

“Gli Charlotte Hornets sono profondamente rattristati nell’apprendere della scomparsa di Gene Littles.

Gene ha svolto un ruolo importante nella storia degli Hornets e del basket nella Carolina del Nord.

Ha lavorato come assistente allenatore durante la stagione inaugurale della squadra 1988-89, prima di essere nominato il secondo allenatore nella storia degli Hornets il 31 gennaio 1990.

Prima di diventare un allenatore NBA, Gene ha avuto una carriera di basket leggendaria nelle Carolinas, finendo come capocannoniere di tutti i tempi della High Point University, giocando cinque stagioni professionalmente con i Carolina Cougars della ABA e guidando North Carolina A & T a un paio di campionati MEAC come capo allenatore.

I nostri pensieri sono con la famiglia e gli amici di Gene durante questo periodo”.

Dichiarazione dei calabroni sulla morte di Gene Littles | Calabroni charlotte (nba.com)

Gene da giovane con la divisa dei Puma.
Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.