Matchup Key 9: Charlotte Hornets Vs Golden State Warriors

A cura di Filippo Barresi.

Stephen Curry Vs LaMelo Ball

I Guerrieri, dopo una partenza lampo (5-1), sono una delle squadre più in forma della lega in questo momento.

Gran parte del merito è di Stephen Curry, il quale sembra aver portato il suo già efficace modo di giocare ad un livello ancora superiore.

Le marcature sulla stella di Golden State saranno alternate tra Ball, Rozier e Martin in determinati momenti ma per bloccare le sue straordinarie doti offensive servirà un organizzazione corale.

Possibili svantaggi:

La partenza a razzo è anche dovuta a una difesa molto migliorata rispetto allo scorso anno e che sta rendendo al meglio con la solita precisa organizzazione di Draymond Green.

Gli Hornets possono colpire in molti modi a seconda del fatto che quel tale giocatore si trovi in una serata ideale ma non sarà facile scardinare il sistema dei Warriors.

Possibili vantaggi:

La dipendenza viscerale che c’è tra Curry e Golden State è anche il primo limite della squadra.

Limitare al meglio le sue possibilità offensive permette di poter giocare la gara responsabilizzando i suoi compagni di squadra, però non efficacissimi dal punto di vista offensivo.

L’importante sarà prendere di mira i punti più vulnerabili, Curry su tutti.

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.