Matchup Key Vs Miami Heat

Matchup Key Vs Heat

(A cura di Igor F.)

LaMelo Ball Vs Jimmy Butler

Gli Heat hanno ritrovato Jimmy Butler dopo 10 partite nella vittoria di un punto ottenuta sui Kings.

Alla prima uscita Jimmy ha messo a segno 30 punti 8 assist e 7 rimbalzi in 34 minuti.

Ovvio che sia l’osservato speciale d’obbligo, un cliente scomodo che personalmente farei marcare a tratti da Bridges quando sarà in campo.

Gli Hornets rispondono con un Ball rinnovato, trascinatore degli Hornets con un 8/10 dal campo e 0 palle perse quando serviva…

Se dovesse mancare Rozier, Ball potrebbe ottenere un buon minutaggio e dare spinta all’attacco di Charlotte creando le premesse per far frizzare l’attacco di Charlotte rendendolo meno prevedibile e depistare la difesa degli Heat che ovviamente non è solo Butler.

Spolestra ha detto che Jimmy non li avrebbe lasciati perdere (con Sacramento), Borrego ha dichiarato che LaMelo Ball ha un’energia contagiosa: “Ciò che lo rende speciale è che ama il gioco. Ha una grande gioia per i suoi compagni di squadra. Mi fa venire voglia di allenare con più gioia”.

Se una delle due squadre riuscisse a limitare la fonte di gioco principale avversaria avrebbe alte possibilità di vittoria.

Possibili svantaggi:

Nel pitturato c’è Adebayo, uno che potrebbe incutere timore nell’area avversaria e creare problemi nella nostra.

Gli Heat – contro Sacramento – hanno utilizzato qualche tripla (32) in meno rispetto a ciò che provano le nostre avversarie abitualmente ma bisognerà cercare di coprire il pitturato dai brevi passaggi a tagliare la difesa e reggere l’urto di Bam cercando di controllare almeno i rimbalzi difensivi.

Possibili vantaggi:

Con Herro che potrebbe saltare la partita a causa del coinquilino avente il Covid-19, gli Hornets potrebbero avvantaggiarsi nonostante l’incertezza legata alla partecipazione al game di Rozier.

LaMelo Ball potrebbe partire da titolare anche se io personalmente mi aspetterei Monk, sostituto naturale per caratteristiche di Scary…

“Rende tutti migliori intorno a lui”, ha detto il compagno di squadra Miles Bridges (parlando di LaMelo).

Questa potrebbe essere una chiave importante: se gli Hornets riusciranno a mantenere buone percentuali da tre punti prendendo buoni tiri grazie ai passaggi di Ball & Company, i nostri tiratori potrebbero dar fastidio agli Heat dal perimetro scavalcando la presenza di Adebayo.

Testa a testa a cura di Igor F..
Per la pagina vintage: un pezzo di storia degli Heat ma soprattutto degli Hornets, un giocatore da sogno condiviso…
Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da igor . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su igor

La mia Hornetsmania comincia nel 1994, quando sui campi della NBA esisteva la squadra più strana e simpatica della Lega, capace di andare a vincere anche su campi ritenuti impossibili. Il simbolo, il piccolo "Muggsy" Bogues, il giocatore più minuscolo di sempre nella NBA (che è anche quello con più "cuore"), la potenza di Grandmama, alias Larry Johnson, le facce di Alonzo Mourning e l'armonia presente nella balistica di Dell Curry, sono gli ingredienti che determinano la mia immutabile scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.